SINTOMI DELLA DEPRESSIONE DEL PAPÁ

Nell'adulto, specie se di sesso maschile, la depressione può presentarsi con sintomi atipici. Molte persone non riescono a riconoscere nemmeno con se stesse di stare male perciò il disagio psicologico viene somatizzato. Il corpo esprime la fatica di vivere con una serie di malesseri come: i dolori alle gambe per indicare la fatica di reggersi sulle proprie gambe, la stanchezza cronica che è l'espressione della propria stanchezza interiore, la cefalea che rappresenta una testa troppo piena di ansie e preoccupazioni, i disturbi gastrointestinali  simbolo delle cose che facciamo fatica a "digerire" e così via. Il desiderio sessuale ha un vistoso calo: la persona depressa sperimenta poca o nessuna voglia di fare l'amore. Il sonno è disturbato: ci può essere un'insonnia oppure si può avere un eccessivo bisogno di sonno. In genere queste persone girano da un medico all'altro e si sottopongono ad una serie di esami che risultano essere negativi ma continuano a pensare di avere un " brutto male".

La depressione si classifica in tre stadi: lieve, media e grave. Depressione lieve. Una persona che è depressa in modo lieve può nascondere facilmente a se stessa e agli altri la sua condizione psicologica. Apparentemente è tutto come prima: si lavora e ci si occupa della famiglia ma in modo diverso: manca il piacere di fare le cose e, a volte, tutto sembra un peso. Spesso la persona depressa si sente "spenta", niente sembra coinvolgerla ed entusiasmarla. Ci si sente annoiati ed apatici, oppure irritabili e di cattivo umore: si scatta per ogni piccolezza. Il pensiero tende al pessimismo: si ha la tendenza a rimuginare su fatti spiacevoli e a pensare che ormai nella propria vita non può succedere niente di bello. Anche chi sta accanto ad un uomo depresso ne risente, moglie e figli della persona depressa percepiscono da parte di quest'ultima freddezza e distacco. C'è una sensazione di ridotta energia: ci si sente sempre stanchi anche al mattino appena alzati. Il sonno difficilmente è ristoratore e spesso è disturbato: si fa fatica a dormire oppure ci sono frequenti risvegli verso le quattro o le cinque del mattino. Depressione media. In questo caso, si sperimenta una profonda stanchezza: tutto, anche le attività più semplici, costano molta fatica e sembrano un peso insormontabile. La persona non ha più l'energia per assolvere tutti gli impegni, si trascura il lavoro, il proprio aspetto, la casa, la famiglia. La capacità di provare amore è diminuita: non si prova più niente nemmeno verso il partner e i propri figli che appiano all'improvviso degli estranei. Il desiderio sessuale è assente. La persona depressa si sente in colpa per questo stato di cose, reputandosi un individuo indegno. L'autostima è a terra: la persona è molto negativa. Cominciano a comparire pensieri di morte, anche se spesso non c'è un vero intento suicida. In questa fase la persona comincia a pensare che gli altri starebbero meglio senza di lui, oppure che nessuno sarebbe dispiaciuto per la sua morte. Si fa fatica a concentrarsi, ci si dimentica le cose, chi è depresso lamenta spesso di non riuscire a prendere da solo neanche le decisioni più semplici. Il mattino è il momento più critico della giornata: la persona depressa fa moltissima fatica ad alzarsi dal letto, mentre verso sera si verifica un leggero miglioramento del tono dell'umore. Depressione grave. Una persona gravemente depressa non è più in grado di lavorare e di occuparsi di se stessa. Spesso trascorre tutto il giorno a letto. I movimenti sono lenti ed incerti come se la persona si muovesse al rallentatore, anche pensare diventa faticoso. Alcuni esperti sottolineano che il comportamento di un depresso grave assomiglia a quello di un morto vivente, infatti la morte viene vista come l'unica via d'uscita. Il depresso grave è infatti tormentato da pensieri di colpa eccessivi, di biasimo verso se stessi, di morte e di suicidio. L'alimentazione e il sonno sono gravemente disturbati. Se ti sei riconosciuto in questi sintomi, non devi disperarti. La depressione è una condizione psicologica molto comune, che non solo può essere curata ma da cui si può guarire completamente, riconquistando  un equilibrio psicologico migliore.  Un abbraccio forte ed un saluto da Clara Costa  180px-Uomo_depresso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *