I PAPÁ ED IL MASSAGGIO INFANTILE

Massaggio Infantile del Papà

 

Ai nostri corsi di Massaggio Infantile la mamma e il papà insieme, sono entrambi desiderosi di "imparare" qualcosa di nuovo che forse ancora non conoscono nel dettaglio, ma che già intuiscono essere bello e buono per il loro "cucciolo".
Nove volte su dieci è la mamma a disporsi davanti al cuscino sul quale adagia il piccolo coccolandolo mentre ascolta le prime parole di benvenuto di Loredana come insegnante e le mie come suo assistente. 
Solitamente il papà c'è ma da subito si pone un pochino sullo sfondo, come se gli venisse implicitamente assegnato un ruolo che in quel contesto anche a lui sembra naturale assumere, ovvero quello di assistente della coppia mamma-bambino. 
I papà di oggi sono senz'altro diversi dai loro stessi padri, sono più attivamente coinvolti già nella fase della gestazione, partecipano a volte ai corsi di preparazione al parto a fianco delle compagne, assistono alla nascita del loro bambino in sala parto e una volta nato il piccolo non si tirano più indietro per quanto riguarda le cure pratiche come il cambio del pannolino, il bagnetto, etc. 
Ma quando si tratta di massaggio eccoli retrocedere al vecchio ruolo di spettatori. Una volta un papà ci disse: "Fatemi fare di tutto, cambio, gioco, cullo, lavo, se potessi allatterei anche, ma il massaggio no per favore!" – Rimasi colpito da questa affermazione categorica che però non mi sorprese più di tanto perché dimostrava in modo chiaro un fenomeno che tutti noi insegnanti di massaggio possiamo osservare in modo statisticamente rilevante. 

Ma perché questo pudore da parte degli uomini (o comunque della maggioranza di essi) nei confronti della pratica del massaggio in generale e ancor più di quella al bambino? 
Credo che dipenda dall'atteggiamento cognitivo ed emozionale che caratterizza l'uomo e l'energia di cui è generalmente portatore, un'energia "yang" che orienta al movimento, all'attività, alla realizzazione, alla protezione spesso pratica. 
Il massaggio al proprio bimbo da questo punto di vista, letto attraverso l'ottica dell'energetica dei sistemi viventi, tende a schiudere un'energia più "yin", di introspezione e interiorizzazione, di passività, in quanto conduce in uno spazio dello "stare", che grazie al delicatissimo e potentissimo linguaggio del tocco, è capace di arrivare a sussurrare un profondo messaggio d'amore e di presenza fino al centro delle cellule di entrambi. 

Potrebbe essere che gli uomini intuiscono la profondità di questa pratica e quasi per rispetto si mettono un po' in disparte per osservare questo magico momento che nasce tra genitore e figlio? 

Non per tutti è così naturalmente! Alcuni papà amano sedersi a massaggiare il proprio bambino e anche se il loro tempo spesso è limitato rispetto a quello delle mamme, si impegnano a ritagliarsi degli spazi propri poiché intuiscono come questa pratica possa consentire anche a loro di recuperare una dimensione di intimità tattile, e quindi di linguaggio profondo, di cui le mamme godono naturalmente grazie alla fisicità della gestazione e dell'allattamento. 
In questo senso, la partecipazione attiva del papà al massaggio non solo rinforza il legame di attaccamento e fiducia da parte del bambino nei confronti del genitore maschio, ma spesso tende a rinsaldare anche il rapporto di coppia grazie a quel sentimento di profonda gratitudine che la mamma prova nei confronti del compagno così esposto e vulnerabile grazie all'esperienza di una paternità intensamente vissuta.

Al prossimo articolo.

Un saluto con affetto dal vostro GIANNI
 

Firma GIANNI REINERO 400x47px

4 thoughts on “I PAPÁ ED IL MASSAGGIO INFANTILE

  1. matteo ha detto:

    Ciao cari GIANNI e LOREDANA,bellissimo argomento …puntare un pò l’attenzione sù NOI padri !
    Personalmente ho partecipato ad un corso di massaggio infantile
    dopo l’arrivo di MARTINA la mia seconda figlia,esperienza indimenticabile ,profonda di amore e contatto …che dire FORZA neopapà provateci anche voi!!!
    Grazie ancora e complimenti per il BLOG….ciao da MATTEO
    da Forli.

  2. Giulio ha detto:

    Bello il vostro articolo sul coinvolgimento dei papà nel contatto fisico con i propri figli, non se ne parla mai o quasi per niente ed invece anche noi “rudi maschietti” abbiamo dentro un cuore tenero, pronto ad esplodere d’affetto e di amore verso i propri cuccioli, anche con quello che voi chiamate contatto tattile. Bella anche la vostra passione per i massaggi, ci sono più fans di questa antica disciplina di quello che vi possiate immaginare!!! Grazie e raccontateci ancora di questi argomenti. Un saluto da Giulio ed i suoi “piccoli”.

  3. Eleonora ha detto:

    Ciao ragazzi mi chiamo Eleonora e sono mamma di tre spledidi bimbi, un maschietto e due femminucce e devo dire che l’esperienza del massaggio infantile io e mio marito l’abbiamo provata e vissuta con tanto entusiasmo e dolcezza. Sapeste quanto è bello vedere il mio lui, un omone grande e grosso con due manone forti e robuste, massaggiare delicatamente le manine, le gambine ed i piedini dei suoi puffetti (così li chiama lui). Fa così tanta tenerezza da farmi commuovere ogni volta che lo vedo all’opera e constatare quanto piacere regala ai nostri bimbi. Mi raccomando mariti e papà, fatevi avanti ed imparate a massaggiare i vostri figli altrimenti perderete sicuramente una parte importante del rapporto umano che potete instaurare con i vostri bimbi. Grazie a voi Loredana e Gianni per parlarci di argomenti così belli e che ci aiutano a crescere un po’ come persone. Un saluto affettuoso da Ely.

  4. Antonella ha detto:

    Ciao Gianni e Loredana, sono di Padova e vorrei insieme a mio marito frequentare un corso di massaggio infantile per coccolare meglio la nostra pupetta Denise che ha 4 mesi, che ha spesso colichette e fa fatica ad addormentarsi la sera. Ho sentito che questo tipo di massaggio aiuta i bimbi a rilassarsi e ad alleviare il fastidioso dolore delle colichette gassose. Potreste indicarmi un centro nella mia città dove si effettuano questi tipi di corsi? Un bacio, grazie. Antonella e Papi da Padova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *